Qual è la differenza tra l’erba di grano e l’orzo?

C’è poca differenza tra l’erba di grano e l’orzo. Alcuni preferiscono il gusto del wheatgrass a quello dell’erba dell’orzo, mentre altri ritengono che l’erba d’orzo produce meno sintomi gastrici rispetto all’erba di grano. Anche se entrambe le piante contengono sostanze chimiche e sostanze nutritive simili, tra cui proteine, vitamine e minerali, i sostenitori dei botanici utilizzano le piante per scopi diversi. Alcune persone consumano wheatgrass nella speranza di combattere l’anemia o di ridurre l’infiammazione e altri sintomi di colite. Gli individui che consumano l’erba dell’orzo credono che la pianta riduce l’infiammazione associata all’artrite, oltre ad abbassare il colesterolo nel sangue.

I sostenitori dell’alimentazione sanitaria spesso ottengono sia l’erba di grano che l’orzo nella loro forma naturale in fasci appena tagliati o da piante coltivate in vassoi pieno di sporcizia. L’erba è polverizzata in macchine per succedere e bevuto come bevanda. Alcuni sostenitori che pretendono l’erba d’orzo hanno un sapore più amaro rispetto al gusto più dolce del wheatgrass, e alcune persone provano sconvolgimenti gastrici e diarrea dopo aver preso l’erba di grano. I coltivatori possono anche acquistare i semi di una pianta e crescere e coltivare l’erba nei giardini.

Una volta che germogliano, l’erba di grano e l’orzo è generalmente permesso di crescere fino a due settimane prima della raccolta. I produttori lavorano l’erba in capsule, polveri e compresse, nonché estratti liquidi e tinture. Entrambe le erbe contengono proteine ​​e aminoacidi. Le piante giovani contengono anche vitamina A, C e E insieme a tutte le vitamine B. I nutrienti minerali nelle erbe includono calcio, ferro, magnesio, fosforo e potassio. Come membri del regno vegetale, queste erbe contengono fibra, clorofilla e una sostanza chimica chiamata beta-sitosterolo, uno steroide vegetale.

Studi limitati indicano che il wheatgrass può essere utile come un trattamento per la tossicità spesso associata alla chemioterapia. I pazienti vengono generalmente somministrati fattori stimolanti colonie di granulociti e epoetina per prevenire l’anemia, ma entrambi producono generalmente effetti collaterali indesiderati. I pazienti affetti da cancro al seno che consumavano il succo di erbe di grano, durante i trattamenti chemioterapici, avevano meno probabilità di sviluppare l’anemia, non richiedevano ridotte dosi di chemioterapia o richiedevano terapie adiuvante convenzionali.

Talassemia è un disturbo genetico che produce la produzione di emoglobina anormale, la proteina che trasporta ossigeno nei globuli rossi. I pazienti richiedono spesso trasfusioni di cellule rosse. I pazienti che consumano il succo di erba di grano hanno richiesto un numero di trasfusioni inferiore del 25% rispetto ai pazienti che non assumono il supplemento vegetale. Alcuni credono che la clorofilla agisce come un agente di trasporto dell’ossigeno, forse riducendo lo stress sui globuli rossi. Altri sostengono che la clorofilla protegga dalle radiazioni e agisce come un antiossidante, scavenging i radicali liberi e aumentando le difese immunitarie del corpo.

Gli studi affermano che l’erba di grano e l’orzo riducono l’infiammazione inibendo le sostanze chimiche della citocina che causano la reazione. Le ricerche condotte su pazienti affetti da colite ulcerosa riportano che i wheatgrass hanno ridotto il dolore addominale, il sanguinamento rettale e il numero di sgabelli sciolti che spesso accompagnano il disturbo. Alcuni credono che le proprietà anti-infiammatorie dell’erba d’orzo possono essere usate per diminuire gli effetti dell’artrite reumatoide e della gotta.

I ricercatori suggeriscono che il beta-sitosterolo nell’erba dell’orzo impedisce l’assorbimento intestinale del colesterolo. La sostanza viene poi convertita in bile, che il corpo elimina facilmente. Questa azione presumibilmente riduce le lipoproteine ​​a bassa densità e il colesterolo totale, mentre aumenta le lipoproteine ​​ad alta densità. Effetti indesiderati gravi dell’utilizzo di erba di grano e di orzo comprendono la possibilità di una reazione allergica, che potrebbe causare gonfiore delle cavità orali e gastriche o portare ad anafilassi.