Cosa è troponin?

Troponin effettivamente si riferisce a tre proteine ​​che il corpo produce che sono classificate come I, C e T. Sono presenti nei muscoli cardiaci e nei muscoli scheletrici e la maggior parte delle volte sono a livelli estremamente bassi. Le troponine presenti nel cuore diventano mediche significative quando i livelli sono aumentati in quanto ciò può indicare danni al cuore, in particolare attacco cardiaco. Uno dei modi in cui i medici possono diagnosticare se un attacco di cuore o un altro danno cardiaco è presente sta facendo un test per misurare questi livelli di proteine.

Il test di base per scoprire il potenziale attacco cardiaco o altri danni provoca troponini T e I (TnT o TnI). Questi possono essere misurati, oppure può essere misurato un singolo. Di solito questi livelli nella persona sana sono appena individuabili, ma quando si verificano danni cardiaci, le proteine ​​vengono rilasciate nel flusso sanguigno e possono essere osservate in un campione di sangue. A volte quando le persone esercitano in modo significativo potrebbero mostrare livelli elevati e rilevabili di TnT o TnI. Questo non indica danni cardiaci.

È utile utilizzare un test troponico quando le persone vengono negli ospedali con dolore al torace. La mancata rilevazione di TnI o TnT suggerisce che non si è verificato un attacco cardiaco e il dolore è dovuto ad altre cause. Quando sono presenti elevati livelli o troponini, l’infarto miocardico (attacco cardiaco) può essere una diagnosi ragionevole. Tuttavia, ci sono altre circostanze in cui i livelli troponici potrebbero aumentare e potrebbero includere insufficienza cardiaca congestizia, tachicardia ventricolare o supraventricolare (ritmi cardiaci anormali) e cardiomiopatia. Quando una persona ha recentemente avuto un intervento cardiaco o un trapianto di cuore, può anche avere livelli elevati di queste proteine. Anche procedure come l’ablazione cardiaca potrebbero determinare l’elevazione di TnI o TnT.

Ci sono altri motivi per cui la troponina potrebbe essere alta e includono danni ad altre parti del corpo che possono indirettamente influenzare il cuore. Ad esempio, le persone con infezioni del sangue possono mostrare elevati livelli TnI o TnT. Un altro motivo comune per la loro presenza è quando le persone hanno esposizioni dirette a veleni come il veleno di serpente. Le condizioni che interessano i polmoni come l’embolia polmonare o il disturbo polmonare cronico ostruttivo mostrano solitamente livelli di troponina aumentati. Altre potenziali condizioni che possono aumentare le troponine includono tutti i tipi di ictus, sanguinamento nel cervello e determinati tipi di insufficienza dell’organismo.

Con queste altre condizioni, in particolare quelle più gravi, livelli più elevati di queste proteine ​​possono indicare un rischio maggiore per la morte. Le prove sono fondamentalmente un modo per determinare quanto gravemente il cuore sia stato colpito dalla malattia. In condizioni meno gravi, i livelli di TnI o TnT possono rimanere elevati per alcune settimane e quindi diminuire. Il ritorno a livelli normali può suggerire che il cuore sia guarito.

Qual è la connessione tra penicillina e allergie amoxicillina?

Le allergie di penicillina e amoxicillina sono comunemente legate insieme, anche se essere allergici ad uno di questi antibiotici non significa necessariamente una reazione allergica all’altro è inevitabile. L’amoxicillina è penicillina semi-sintetica o un’ammina-penicillina, il che significa che è in parte composta da penicillina. D’altra parte, la penicillina è un antibiotico beta-lattamico, il che significa che non contiene un gruppo amminico. È anche importante notare la differenza tra una reazione allergica e gli effetti collaterali, in quanto i due sono spesso confusi. Una reazione allergica può essere pericolosa per la vita, inclusi quelli a penicillina e amoxicillina.

Una reazione allergica produce sintomi molto specifici. I sintomi delle allergie di penicillina e amoxicillina includono un rash prurito, una gola gonfia e difficoltà a respirare. Il dolore al vomito o allo stomaco è di solito associato ad effetti collaterali, non alle reazioni allergiche. Mentre alcune reazioni allergiche possono verificarsi fino a una settimana dopo la sospensione del farmaco, gli effetti collaterali sono di solito immediati o si verificano durante l’uso di un farmaco particolare.

Un test di pelle può essere fatto da un medico di allergia, un allergologo, per determinare se un individuo è allergico alla penicillina. È anche possibile effettuare un test del sangue, ma gli studi mostrano che i risultati non sono così accurati. Penicillina è l’unico antibiotico che può essere testato per un’allergia al farmaco a partire dal 2010. Se un individuo è allergico alla penicillina, deve anche evitare l’amoxicillina in futuro perché contiene penicillina.

Se un individuo è trovato allergico ad amoxicillina, è importante avere una prova di penicillina per determinare quale parte del farmaco l’individuo è allergico a. Le persone sono spesso allergiche al gruppo amminico nell’amossicillina e non nella penicillina. Se la prova della penicillina è negativa, l’individuo può avere la penicillina in futuro ma deve evitare gli antibiotici con gruppi amminici in essi. Se la prova di penicillina è positiva, l’individuo è allergico alla penicillina e all’amoxicillina e deve evitare in futuro ogni antibiotico basato su penicillina.

Gli individui non sono nati con allergie penicillina e amoxicillina, queste allergie di farmaci si sviluppano solo dopo l’esposizione agli antibiotici. Dopo la reazione avversa iniziale, la nuova esposizione causerà un’altra reazione allergica. Spesso le esposizioni aggiuntive causano reazioni più gravi rispetto all’esposizione iniziale, anche se alcuni individui con allergie penicillina e amoxicillina sono in grado di tollerare una quantità molto minima di farmaci se è assolutamente necessaria. Un allergie deve essere presente se una quantità di questi farmaci viene somministrata ad un individuo con una di queste allergie, per assicurarsi che troppo non sia data.

Qual è il sistema escretorio?

Il sistema di escrezione è un sistema all’interno del corpo che consiste di diversi organi che rimuovono i rifiuti e sostanze pericolose dal corpo. Ciò è soprattutto per assicurarsi che i sistemi del corpo rimangano in condizioni omeostatiche. Ciò aiuta a prevenire danni al corpo e causare condizioni come l’insufficienza renale, la gotta e le calcoli renali. Le responsabilità del sistema escretorio includono la rimozione di prodotti di scarto che sono il risultato del metabolismo e dei rifiuti gassosi e liquidi.

I rifiuti possono essere accumulati dagli alimenti che mangiamo ei liquidi che beviamo. Quando le proteine ​​sono spezzate dal corpo, producono urea come prodotto di scarto. Altre sostanze che producono rifiuti includono i carboidrati, che producono anidride carbonica e acqua come prodotti di scarto. È il compito del sistema escretorio di liberare il corpo di questi rifiuti.

Gli organi principali responsabili di molte delle funzioni escretorie nell’uomo sono i reni. Le loro funzioni principali includono il ritiro del corpo di acqua, urea e altri prodotti di scarto. I reni espellere questi prodotti di scarto come urina.

Ogni rene consiste di un milione di nefroni. Un nefrone è un’unità di filtraggio di base che regola la quantità di acqua all’interno del corpo. La filtrazione del sangue avviene anche all’interno dei nefroni. Quando si effettua la filtrazione all’interno dei reni, i rifiuti vengono accumulati all’interno dei nefroni e vengono espulsi come urina.

Altri sistemi aiutano anche a eliminare il corpo di prodotti di scarto. Il tratto respiratorio, per esempio, aiuta a eliminare il vapore acqueo e l’anidride carbonica. La defecazione causata dal sistema digestivo aiuta anche a sbarazzarsi di rifiuti solidi. La pelle, essendo molto assorbente, può anche rimuovere acqua e sali dal corpo attraverso il sudore.

Altri organi che aiutano a eliminare i rifiuti includono gli uretri, la vescica urinaria e l’uretra. Gli uretri spingono l’urina dai reni e la seceriscono alla vescica urinaria. La vescica urinaria prende tutte le urine e lo elimina dal corpo attraverso il processo di urinazione. La vescica urinaria è collegata all’esterno del corpo dall’uretra.

I comuni problemi di salute associati al sistema escretorio includono gotta, calcoli renali e insufficienza renale. La gotta si verifica quando l’acido urico è accumulato nel sangue in una particolare zona del corpo, con conseguente infiammazione. Le pietre renali sono il risultato di componenti dell’urina che separa e formano masse dure all’interno dei reni. L’insufficienza renale, una condizione potenzialmente fatale, si verifica quando i reni smettono di funzionare.

Qual è il trattamento per la lordosi cervicale?

Il trattamento della lordosi cervicale è spesso inutile, a seconda del grado di curvatura spinale e del grado di sintomi scomodi o dolorosi. Quando il trattamento diventa necessario, i farmaci over-the-counter o prescrizione sono spesso tutto ciò che è necessario per trattare con successo la condizione. Gli esercizi di collo o la terapia fisica possono essere utili per molti che soffrono di casi più estremi di questa condizione, anche se l’intervento chirurgico è talvolta necessario per migliorare i sintomi. Tutte le domande o le preoccupazioni circa le opzioni di trattamento su base individuale devono essere discusse con un medico o un altro medico.

La maggior parte dei casi di lordosi cervicale è lieve e richiede poco o nessun intervento medico. I relievers del dolore over-the-counter possono essere usati per dolore o disagio da lieve a moderato. Se questi antidolorifici non forniscono sollievo adeguato, il medico può scrivere una prescrizione per farmaci più forti di dolore destinati ad essere presi quando i livelli di dolore diventano abbastanza severi per prevenire il normale movimento.

Possono essere utilizzati esercizi dolci al collo per diminuire i sintomi associati alla lordosi cervicale. Questi esercizi possono contribuire a migliorare la postura, alleviare il disagio e aumentare il raggio di movimento. Il medico può istruire il paziente sui modi appropriati per esercitare il collo o riferirsi al paziente ad un terapeuta fisico per le opzioni di trattamento più intense. È importante che questi esercizi del collo siano eseguiti correttamente per evitare ulteriori danni alla colonna vertebrale.

I pazienti che sono significativamente in sovrappeso o che pratica le tecniche di postura poveri sono a maggior rischio di sviluppare complicazioni associate alla lordosi cervicale. Per questo motivo, quelli che sono in sovrappeso sono solitamente consigliati di raggiungere e mantenere un peso sano. Un nutrizionista o un dietista può fornire assistenza se necessario, e la maggior parte dei medici sono disposti a fornire un rinvio a questi specialisti dietetici. Il mantenimento della postura corretto può anche aiutare a prevenire alcuni dei sintomi più dolorosi di questa condizione.

Occasionalmente, può essere necessario intervenire chirurgicamente per curare efficacemente la lordosi cervicale. La fusione spinale è il tipo più comune di procedura chirurgica utilizzata per questo scopo, anche se in alcuni casi possono essere utilizzati altri tipi di intervento chirurgico. Ci sono potenziali complicanze associate a qualsiasi tipo di intervento chirurgico, quindi tutti i pro ei contro dovrebbero essere discussi con il medico prima di prendere la decisione di subire l’operazione. La maggior parte dei chirurghi preferisce utilizzare la chirurgia come ultima risorsa e solo quando tutti gli altri metodi di trattamento sono falliti.

Qual è il trattamento per un disco estruso?

Un disco estruso è una condizione in cui le perdite di materiale all’interno dei dischi che ammortizzano le vertebre spinali. Il materiale morbido può andare dal centro del disco e seep, o “estrudere”, attraverso la sezione esterna del disco. Se il materiale si scioglie e si allontana dal disco, viene considerato un disco sequestrato. Alcuni trattamenti possono includere terapie di massaggio, ecografia, farmaci e iniezioni epidurale di steroidi. Per i pazienti che non rispondono ai trattamenti meno invasivi, la chirurgia può essere un’ultima soluzione.

Ci sono diversi fattori di rischio che possono essere la causa di un disco estruso. I maschi più anziani sono più a rischio, così come quelli che sono coinvolti nell’esercizio regolare e faticoso, soprattutto quando si tratta di piegare e torsione della colonna vertebrale. Anche i difetti spinali congeniti possono essere un motivo per un disco estruso, nonché il trauma fisico alla regione spinale. Molto spesso le persone che soffrono di un disco estruso avranno esperienza nella regione lombare della spina dorsale, che è la regione spinale inferiore.

Altre aree in cui la condizione può verificarsi sono nella colonna cervicale o superiore e la colonna vertebrale toracica, che è la regione posteriore centrale. Se il materiale estruso preme un nervo, la condizione può essere dolorosa, oltre che causare intorpidimento e debolezza. A volte il dolore può in realtà diminuire una volta che il disco è rotto. Questo perché la pressione può essere stata liberata. Il dolore può essere acuto o sordo e può succedere molto spesso su un solo lato del corpo.

Dopo un esame diagnostico che può includere una scansione di tomografia computerizzata (CT) o di risonanza magnetica (MRI), sono disponibili diverse opzioni di trattamento. I trattamenti sul lato conservatore comprendono la terapia di calore, la manipolazione della schiena e della colonna vertebrale e gli anti-infiammatori non steroidei (FANS) per il dolore. L’iniezione epidurale di steroidi può anche essere uno strumento efficace contro il dolore e l’infiammazione.

Per i pazienti che non rispondono ai trattamenti non invasivi, la chirurgia può essere il prossimo corso d’azione. La discectomia è una procedura in cui un chirurgo accede alla colonna vertebrale tramite un endoscopio o un’incisione più grande per rimuovere il materiale perduto e quindi ridurre la pressione sui nervi. La fusione è un altro trattamento che può essere impiegato e ciò comporta la fusione di vertebre e viene considerata una chirurgia altamente invasiva. La maggior parte delle persone riesce a guarire da un disco estruso con trattamenti non invasivi e possono richiedere qualche settimana per riprendersi completamente.

Qual è la differenza tra cifosi e scoliosi?

Sia cifosi che scoliosi si riferiscono a curvature o deformità della colonna vertebrale. Detto semplicemente, la cifosi è una curvatura in avanti della colonna vertebrale, dando l’aspetto di un gobbo. La scoliosi è una curvatura laterale in cui la colonna vertebrale si fa curva verso il lato in entrambe le direzioni. Queste condizioni possono essere trovate indipendentemente l’una dall’altra, ma quando si verificano insieme, è conosciuta come kyphoscoliosis. Questo sarebbe visto sia come curva avanti che laterale della colonna vertebrale.

La cifosi e la scoliosi sono due condizioni abbastanza comuni della colonna vertebrale: possono essere congenite e appaiono alla nascita, oppure possono apparire nel tempo, tipicamente nell’adolescenza. La scoliosi è leggermente più comune della cifosi e anche se la cifosi può essere trovata nelle persone di entrambi i sessi, è un po ‘più comune negli uomini. Una curva kyphotica è spesso visto nelle persone anziane che soffrono di osteoporosi, anche se questa non è veramente cifosi.

Ci sono alcuni tipi diversi di cifosi e scoliosi, che devono essere determinati da un medico. Ad esempio, la cifosi può essere sia posturale che strutturale. La cifosi posturale si verifica frequentemente in adolescenti che semplicemente praticano la cattiva postura; la colonna vertebrale sembra curva dall’esterno del corpo, ma i raggi x riveleranno che è strutturalmente normale. Questo può essere generalmente corretto con esercizi di terapia fisica. La cifosi strutturale si verifica quando si verifica una effettiva deformità nel midollo spinale; nella cifosi di Scheuermann, per esempio, le singole vertebre della colonna vertebrale sono a forma di cuneo, causando la colonna vertebrale intorno.

Una delle principali differenze tra cifosi e scoliosi si vede nelle opzioni di trattamento delle condizioni. Il bracing è comunemente usato nel trattamento di cifosi e scoliosi, ma in cifosi è generalmente solo efficace nel prevenire la progressione della curva, non riducendo una curva già esistente. Al contrario, l’appoggio al trattamento della scoliosi può essere efficace a ridurre la curva. La terapia fisica è anche spesso utilizzata per aumentare la flessibilità nella colonna vertebrale, per rafforzare i muscoli di sostegno della colonna vertebrale e per ridurre qualsiasi dolore causato dalla condizione.

Per casi estremi può essere eseguita una chirurgia per correggere le condizioni. Il tipo di intervento chirurgico varia a seconda delle problematiche strutturali e del risultato desiderato, anche se la chirurgia di fusione spinale con o senza strumentazione è comune. Tutte le domande circa la diagnosi o il trattamento di queste condizioni dovrebbero essere rivolte a un medico, in quanto sarà possibile diagnosticare la cifosi e la scoliosi solo esaminando una radiografia.

Qual è il cavo medullare?

Il cordone midollare è una struttura densa nel linfonodo, ed è composta da tessuto linfatico. Queste corde si trovano all’interno della medulla del linfonodo, che si trova al centro del nodo. Funzionano producendo anticorpi che scorrono dal linfonodo attraverso il fluido linfatico. Questi cavi contengono anche numerosi macrofagi che puliscono il liquido linfatico prima di uscire dal nodo.

Il tessuto midollare costituisce la maggior parte delle medulla del linfonodo. I cavi sono separati da seni medullari, che sono spazi attraverso i quali fluisce il liquido linfatico. La barriera tra i cavi e i seni non è solida, perciò i cordoni proiettano nei seni da interagire con il fluido linfatico che scorre attraverso di loro. Mentre il liquido linfatico è in contatto con il cavo medullare, le cellule del cavo depositeranno gli anticorpi e rimuoveranno i materiali dannosi. Il fluido quindi scorre dal linfonodo per combattere gli antigeni che si trovano nel resto del corpo.

La maggior parte delle cellule trovate in un cavo medullare sono cellule plasmatiche, cellule B o macrofagi. Le cellule del plasma sono globuli bianchi che producono grandi quantità di anticorpi generalizzati e le cellule B sono un tipo di linfocita che produce anticorpi contro un antigene specifico. I macrofagi fungono da filtro per il liquido linfatico individuando e rimuovendo il materiale particolato contenuto nel fluido.

Le corde midollari sono parte del sistema linfoide, che cattura le particelle estranee e combatte l’infezione in tutto il corpo. Quando il corpo incontra un’infezione, la risposta immunitaria avviene principalmente all’interno del linfonodo. Le strutture all’interno del linfonodo accumulano liquido linfatico in eccesso e diventano gonfi, provocando l’ingrandimento dell’intera ghiandola.

Le infezioni che in genere causano linfonodi allargati includono ascessi, infezioni alle orecchie, tonsillite, infezioni cutanee e raffreddori. La tubercolosi, la mononucleosi, la gengivite, le piaghe della bocca e le malattie trasmesse sessualmente possono anche causare linfonodi allargati. I linfonodi possono anche gonfiarsi quando un individuo ha una malattia autoimmune, la leucemia, la malattia di Hodgkin o il linfoma.

Il cavo medullare è una componente essenziale del sistema immunitario umano. Negli individui che presentano carenza immunitaria cronica, come la carenza causata dal virus dell’immunodeficienza umana (HIV), i cavi o altre strutture del linfonodo potrebbero non funzionare correttamente. Il cavo medullare potrebbe non produrre abbastanza anticorpi per combattere l’infezione, o le cellule B all’interno del cavo potrebbero non funzionare come dovrebbero. In questi casi, un’infezione altrimenti lieve può provocare una grave malattia o addirittura la morte.

Qual è il nervo dell’otturatore?

Il nervo dell’otturatore è il più grande nervo nel plesso lombare anteriore. Il plesso lombare è una rete nervosa o raggruppamento di nervi della zona bassa. Questa serie di nervi serve come percorso per i segnali elettrochimici che collegano il cervello alla schiena, all’addome, all’inguine e alle ginocchia. Questi nervi sono considerati parte del sistema nervoso periferico. Il sistema nervoso periferico collega il corpo al cervello e al midollo spinale, noto anche come sistema nervoso centrale.

Questo nervo deriva dal secondo al quarto nervo lombare o basso, e corre nella parte anteriore o anteriore della zona dell’anca attraverso il psoas major. Il muscolo maggiore del psoas, responsabile della flessione dell’anca, inizia alle ultime ossa toraciche o del tronco o alle vertebrali, si attacca a tutte le ossa lombari e corre verso il più piccolo trocantere del femore. Il più piccolo trocantere del femore, noto anche come l’osso della coscia lunga, è una zona sollevata sulla parte superiore dell’osso nella coscia interna dove il muscolo si connette all’osso. Il nervo passa quindi attraverso il bacino e la coscia per fornire l’ingresso sensoriale alla parte anteriore della gamba superiore e della zona del ginocchio.

I problemi e il danno nervoso del nervo dell’otturatore possono essere causati da lesioni al nervo o alla muscolatura circostante, causando un impingement o una limitazione. Le lesioni pelviche, comprese le fratture, sono un fattore comune nelle sindromi del dolore del nervo dell’otturatore. I sintomi includono il dolore all’inguine che può irradiare nel mezzo della coscia fino al ginocchio e la debolezza o l’instabilità della gamba, in particolare con le attività fisiche. Poiché la guarigione del nervo è un processo lento, i sintomi dei problemi nervosi possono durare fino a diversi mesi.

Utilizzando metodi per ridurre l’infiammazione attorno al nervo dell’otturatore può contribuire a facilitare il dolore. L’infiammazione è gonfiore, la difesa del corpo contro ulteriori ferite. FANS, o farmaci antinfiammatori non steroidei, spesso aiutano a controllare l’infiammazione.

I metodi conservatori per trattare i problemi con il nervo dell’otturatore comprendono la terapia fisica per allungare la zona e un programma generale di esercitazione, la terapia di massaggio per liberare la tenuta muscolare e l’uso di modalita come ultrasuono e stimolazione elettrica per la gestione del dolore. Quando i sintomi dei problemi del nervo dell’otturatore sono gravi, può essere necessaria l’iniezione di steroidi. Questa procedura è chiamata blocco nervo dell’otturatore. Questa tecnica è un mezzo efficace per alleviare l’infiammazione e gestire il dolore nella maggior parte dei casi di impingement o entrapment dei nervi.

Perché dovrei bere acqua dopo un massaggio?

L’acqua potabile dopo un massaggio è spesso consigliata dai massaggiatori e da altri operatori sanitari per una serie di motivi. Infatti, l’acqua potabile in generale è una buona idea, in quanto il corpo beneficia di una corretta idratazione e l’acqua che consuma aiuterà i reni e altri organi a trattare le varie sostanze che si muovono regolarmente nel corpo umano. Anche l’acqua potabile prima di un massaggio è altamente raccomandata, in quanto renderà più facile per il massaggio terapeuta eseguire un lavoro profondo idratando i muscoli in modo che siano più facili da manipolare.

Ci sono ragioni primarie per le persone a bere acqua dopo un massaggio. Il primo ha a che fare con sostanze rilasciate dai muscoli come manipolatore del massaggio, e il secondo ha a che fare con i muscoli del corpo correttamente idratati.

Nel caso della prima ragione, bere l’acqua aiuta il corpo a sciacquare qualsiasi materiale accumulato nei muscoli che sono stati rilasciati durante il massaggio. Soprattutto nel caso di massaggi profondi del tessuto, il massaggio stimola la circolazione nel corpo mentre esprime acqua, sale e altri minerali dai muscoli, e la circolazione è progettata per trasportare i materiali di scarto generati dalle cellule. Fornendo al corpo un sacco di acqua, i massaggiatori possono aiutare a spazzare via questi materiali di scarto, altrimenti potrebbero aumentare, causando dolori muscolari e dolore dopo un massaggio.

Nel caso del massaggio linfatico, bere l’acqua è particolarmente importante, in quanto la stimolazione del sistema di circolazione linfatica può generare un grande rilascio di rifiuti nel corpo. Se si pensa al sistema linfatico come tubi fognari del corpo, raccogliendo materiale di scarto indesiderato e portandolo via per lo smaltimento, il massaggio linfatico è come un pulitore di scarico, in modo che l’acqua aiuta a sciacquare lo scarico, in un certo senso.

La cosa più importante è che le persone dovrebbero bere acqua perché il massaggio può essere disidratato. La manipolazione dei muscoli li deprezza d’acqua e sposta anche il fluido negli spazi interstiziali tra i muscoli intorno. Con acqua potabile, le persone possono reidratare i loro muscoli, riducendo il potenziale di dolore e dolore nei giorni successivi a un massaggio. Per lo stesso motivo, le persone bevono acqua dopo l’esercizio fisico e altre forme di sforzo, perché quando i muscoli vengono lavorati perdono acqua e elettroliti.

Molte persone amano bere anche un bicchiere d’acqua dopo un massaggio perché aiuta a riportarle in terra. Dopo un massaggio, le persone possono sentirsi un po ‘spaziose e disorientate, quindi avere un bicchiere d’acqua seduto sul tavolo da massaggio può aiutare a riportare il corpo e la mente al presente, e dà il tempo del cliente a tornare lentamente nel mondo reale .

Qual è la connessione tra la renina e la pressione sanguigna?

Il legame tra la renina e la pressione sanguigna è che la produzione di renina induce la pressione sanguigna a salire. Renina è un enzima prodotto dai reni. È una componente chiave del sistema renina-angiotensina, una serie di processi che aumentano la pressione sanguigna in situazioni anormali. Il corpo, per molte ragioni, può produrre troppo renina che porta ad uno stato di alta pressione sanguigna mantenuta. Questo disturbo è conosciuto come ipertensione.

Una delle principali funzioni dei reni è mantenere una corretta pressione sanguigna riassorbendo acqua e elettroliti o espulsi come urina. Questo processo è graduale e, in un corpo sano a riposo, funziona normalmente. Tuttavia, se si verifica una o una combinazione di tre eventi, i reni hanno bisogno di assistenza per aumentare rapidamente la pressione sanguigna. I tre trigger sono una diminuzione improvvisa della pressione sanguigna, una lotta o risposta di volo creata dal sistema nervoso del corpo e una mancanza di elettroliti nel sangue.

Quando i reni rilevano uno o più di questi eventi, le cellule speciali all’interno dei reni rilasciano la renina nel flusso sanguigno. Il rilascio della renina è la prima parte del sistema renina-angiotensina. Renin ha molti effetti immediati ma a breve termine sul corpo: una maggiore sete, una minima diminuzione della minzione, capillari stretti e una frequenza cardiaca più rapida. Lavorando insieme, questi cambiamenti aumentano rapidamente la pressione sanguigna. In questa situazione, i livelli più elevati della renina e della pressione sanguigna si accompagnano sempre.

Negli adulti sani, elevati livelli reninici e elevati livelli di pressione sanguigna persisteranno solo per un breve periodo. Tuttavia, in determinate condizioni, l’organismo produce continuamente la renina. L’alta pressione sanguigna consistente è una condizione nota come ipertensione, se non trattata, l’ipertensione può causare indurimento delle arterie, attacchi cardiaci e ictus. Per circa il 95% di quelli con ipertensione non esiste causa diretta. La maggior parte dei medici concordano, tuttavia, che una serie di fattori di stile di vita, come lo stress, la dieta, il fumo e l’obesità, hanno tutto un effetto sull’aumento della produzione renina.

Sebbene i fattori dello stile di vita possono cambiare positivamente sull’ipertensione, il legame tra la renina e la pressione sanguigna ha portato allo sviluppo di farmaci che inibiscono la produzione di renina e quindi abbassano la pressione sanguigna. Questo farmaco, però, è una soluzione temporanea intesa a fermare gli effetti dannosi dell’ipertensione. Dopo che un paziente inizia a prendere il farmaco, un medico o un altro professionista sanitario lavorerà con il paziente per eliminare i fattori di stile di vita che hanno causato la sovrapproduzione della renina. In questo modo il paziente sarà in grado di interrompere la terapia e di avere una migliore qualità della vita. Anche se i pazienti non potranno mai eliminare la connessione biologica tra i livelli elevati della pressione renina e della pressione arteriosa, possono modificare la loro vita quotidiana, migliorando la loro salute generale.