Qual è l’epidermide?

L’epidermide forma lo strato esterno della pelle, creando una barriera resistente, rinnovabile e impermeabile all’ambiente. È un tipo di epitelio, il tessuto che costituisce superfici e fodere nel corpo. Su gran parte del corpo l’epidermide è relativamente sottile, mentre su aree come i palmi delle mani e delle suole dei piedi è molto più spessa e senza peli. A seconda della sua posizione, l’epidermide può contenere follicoli piliferi, chiodi, sudore e ghiandole sebacee. Lo studio della pelle è conosciuto come dermatologia.

Con i suoi strati multipli di cellule epiteliali, lo strato superiore della pelle protegge il corpo dal mondo esterno. Il tipo principale di cellule che contiene è il keratinocyte, chiamato perché fa proteine ​​dure chiamate keratine che contribuiscono a rafforzare la pelle. Oltre ad essere duro, questo strato deve rinnovarsi costantemente e riparare i danni causati da lesioni. Lo fa così continuando a crescere nuovi strati di cellule.

Lo strato più profondo delle cellule è conosciuto come il livello basale. Le cellule basali si dividono per formare nuove cheratinociti e, come ogni strato successivo forma, lo strato sopra è spinto più vicino alla superficie della pelle. Le cellule più vicine sono alla superficie, più liscie diventano, finché gli strati più esterni sono composti da quello che si chiama epitelio squamoso. Questo è fatto da cheratinociti vivi e piani noti come squami.

Mentre quelle cellule in superficie sono morte e vengono costantemente sparse, gli strati di cheratinociti in basso sono ancora vivi e attivi. Quello che si chiama lo strato di cellule granulari si estingue dalle cellule viventi, formando una barriera impermeabile. Ciò significa che anche se l’acqua può causare le cellule della pelle superficiale a gonfiarsi quando si bagna, non può penetrare negli strati epidermici più profondi. La presenza dello strato di cellule granulari impedisce anche la perdita di acqua non regolata dal corpo.

Oltre ai cheratinociti, ci sono una serie di altre cellule nell’epidermide. I melanociti sono in parte responsabili del colore della pelle, attraverso la loro produzione del pigmento melanina. Le cellule di Merkel sono associate al tocco leggero e le cellule di Langerhans fanno parte della risposta immunitaria del corpo.

Le ghiandole del sudore sono presenti nell’epidermide e sono importanti nel regolare la temperatura del corpo permettendo al sudore di evaporare dalla sua superficie. I follicoli dei capelli e le ghiandole sebacee si verificano insieme, con le ghiandole che producono olio che aiuta a fermare la pelle da essiccazione. A seguito di un infortunio che comporta un’estesa rimozione della pelle, le cellule epiteliali che sono state lasciate alle spalle in ghiandole del sudore leggermente più profonde e nei follicoli dei capelli possono essere utilizzati dal corpo per coltivare la pelle nuova.