Qual è la fisiopatologia della ketoacidosi diabetica?

La fisiopatologia della ketoacidosi diabetica comprende tutte le reazioni chimiche malsane che si verificano nel corpo a causa del rilascio di ormoni e dello zucchero nel sangue elevato incontrollato. La condizione può svilupparsi in soggetti che hanno un diabete gestazionale, insulino-dipendente (tipo 1) o non insulino-dipendente (tipo 2). I diabetici di solito imparano a riconoscere le cause ei sintomi della ketoacidosi, insieme a misure preventive.

Quando il pancreas rilascia poco o nessun insulina, il glucosio non può entrare e nutrire le cellule e inizia la ketoacidosi diabetica. Le cellule iniziano a morire di fame e il corpo metabolizza grassi, fegato e cellule muscolari per glucosio e acidi grassi nel tentativo di trovare una risorsa nutrizionale. Lo zucchero nel sangue continua a salire mentre i nutrienti rimangono bloccati dalle membrane cellulari. Gli acidi grassi sono convertiti in chetoni, che insieme allo zucchero, viaggiano verso i reni.

I reni iniziano uno sforzo intensivo per eliminare i chetoni e lo zucchero dal sangue, che richiede una maggiore produzione urinaria che depleta il corpo dell’acqua. La fisiopatologia della ketoacidosi diabetica può causare la perdita di fino al 10% dei liquidi corporei totali, con conseguente disidratazione. La perdita di fluido provoca anche la perdita di elettroliti, incluso il cloruro, il potassio e il sodio. Fintanto che lo zucchero nel sangue rimane elevato, il ciclo continua.

Uno dei sintomi più noti di ketoacidosi include un odore frustato alito. I diabetici diventano estremamente sete poiché il corpo sperimenta una carenza di liquidi. Possono avere disagio addominale e diminuire l’appetito, seguiti da nausea e vomito. I pazienti possono anche sviluppare dolori al torace o hanno difficoltà a respirare. Se lasciato non trattato, la ketoacidosi diabetica può portare a coma e morte.

Abbassare lo zucchero nel sangue è il passo più importante nel trattamento della ketoacidosi. I diabetici diagnosticati in precedenza possono assumere una dose aggiuntiva di farmaci antidiabetici orali o somministrare un’insulina ad azione rapida, a cura di un medico. La fisiopatologia della ketoacidosi diabetica si manifesta spesso negli individui con diabete non diagnosticato e l’episodio iniziale della ketoacidosi richiede in genere ospedalizzazione. I pazienti ricevono immediatamente liquidi endovenosi e insulina.

Il personale sanitario corregge anche l’acido / base del paziente e gli squilibri elettrolitici. Durante l’ospedalizzazione, i pazienti ricevono informazioni sul diabete e sul suo trattamento. Imparano a monitorare i loro chetoni di zucchero nel sangue e delle urine e vengono fornite informazioni sulla corretta alimentazione, esercizio e somministrazione di farmaci. Le informazioni comprendono anche i passi che il paziente deve assumere nel caso in cui il suo zucchero nel sangue sale sopra un certo livello.

Le cause della ketoacidosi nei diabetici diagnosticati possono includere stress emotivo o fisico. Il corpo sperimenta anche lo stress durante i momenti di malattia causati da infezioni o da altre condizioni mediche sottostanti. Lo stress causa il rilascio di adrenalina, glucagone e ormoni della crescita, che innescano l’insulino-resistenza che può provocare ketoacidosi diabetica.