Qual è il plasmalemma?

Il plasmalemma è un altro nome per la membrana plasmatica di una cellula. Generalmente, ogni cellula ha una di queste membrane, che funge da muro contenente per mantenere il contenuto separato dall’ambiente circostante. Il plasmalemma è costruito da lipidi, più comunemente noti come grassi e proteine. Alcune proteine ​​sono fisse e alcune possono muoversi all’interno della membrana cellulare. Un certo numero di proteine ​​sono coinvolte nel trasporto di molecole dentro e fuori dalla cellula, mentre altri aiutano a mantenere la struttura cellulare, agiscono come recettori o partecipano alle reazioni chimiche come enzimi.

Proteine ​​e lipidi costituiscono il plasmalemma, con le proteine ​​che determinano efficacemente la forma e la funzione della cellula. La maggior parte dei lipidi sono presenti in forma di fosfolipidi, che hanno una testa di fosfato e una coda di acido grasso. Le teste di fosfato sono solubili in acqua, mentre le code non lo sono. I fosfolipidi sono disposti nella membrana in modo che le testine idrosolubili puntino verso l’ambiente extracellulare acquoso e il citoplasma acquoso costituiscono l’interno della cellula. Le estremità della coda, che non sono solubili in acqua, sono orientate insieme al centro della membrana.

Circa la metà del plasmalemma è costituito da proteine. Queste proteine ​​sono di due tipi: proteine ​​integrali all’interno del doppio strato di lipidi e proteine ​​periferiche legate leggermente alla superficie della membrana. Delle proteine ​​integrali, alcune proteine ​​transmembrana passano attraverso il doppio strato lipidico e si estendono da ogni lato mentre altri sono contenuti all’interno della parte interna o esterna della membrana e sporgono solo da una delle sue superfici.

Alcune proteine ​​di membrana sono coinvolte nella movimentazione di sostanze dentro e fuori delle cellule. Ad esempio, nella struttura delle cellule batteriche, le proteine ​​della membrana pompano in ammoniaca da cui può essere estratto l’azoto nutrito. Alcune proteine ​​del plasmalemma sono molecole di adesione cellulare che si uniscono alle cellule l’una all’altra e alle membrane del basamento mentre altre partecipano alle reazioni chimiche e sono conosciute come enzimi o agiscono come recettori per sostanze come gli ormoni. Quando gli ormoni si legano a tali recettori, ciò provoca cambiamenti all’interno della cellula. Nelle cellule del muscolo o del nervo, le proteine ​​della membrana sono coinvolte nella creazione e nell’invio di impulsi elettrici.

Anche se il plasmalemma è fluido e le proteine ​​possono muoversi in esso, alcune di esse sono limitate a determinate aree in cui consentono funzioni specifiche. Nelle cellule epiteliali che allinea l’intestino alcune proteine ​​sono concentrate nella membrana apicale, la superficie superiore della cellula che si proietta nell’apertura dell’intestino. Altri sono limitati alla membrana basolaterale ai lati e alle superfici inferiori della cella. Ciò assicura che l’assorbimento di sostanze nutritive dall’intestino si verifica su una superficie cellulare, prima che le sostanze passino attraverso la cella e siano trasportate verso i vasi sanguigni dall’altra parte della cellula.