Perché devo continuare a prendere antibiotici dopo che mi sento meglio?

Molti pazienti hanno familiarità con una prescrizione per prendere antibiotici che sembrano continuare per sempre. Può essere molto tentativo di smettere di prendere antibiotici prima che il corso sia completato, soprattutto quando i pazienti iniziano a sentirsi meglio. Tuttavia, i professionisti medici consigliano vivamente che i pazienti continuino a prendere antibiotici finché il corso non sia completato per diversi motivi. I pazienti dovrebbero prendere in considerazione questa raccomandazione seriamente, poiché la mancata tenuta di antibiotici può portare alla resistenza ai farmaci, un crescente problema di salute pubblica.

Prima di spiegare perché si dovrebbe continuare a prendere antibiotici, aiuta a pensare a come funzionano gli antibiotici. Gli antibiotici sono prescritti per combattere gli organismi che causano malattie che hanno invaso il tuo corpo. Ci sono diversi tipi e classi di antibiotici, che hanno effetti diversi su questi batteri. La penicillina è uno degli antibiotici più conosciuti, dal momento che ha rivoluzionato la medicina occidentale rendendo condizioni come la gonorrea trattabile.

Quando gli antibiotici entrarono nel mercato, sono stati accolti con immenso entusiasmo, poiché hanno trattato rapidamente ed efficacemente una serie di condizioni. Tuttavia, i medici hanno cominciato a notare che le condizioni precedentemente trattate non erano improvvisamente più curabili da un antibiotico e che potrebbero essere necessari diversi per curare la condizione. Questo fenomeno è chiamato “resistenza agli antibiotici” o “resistenza ai farmaci”, e ha portato ad una vasta domanda di farmaci antibiotici.

Quando prendi gli antibiotici, non possono uccidere immediatamente tutti gli organismi del tuo corpo. Dosi addizionali prenderanno il resto dei batteri, se continui a prendere antibiotici. Se smetti di prendere antibiotici perché ti senti meglio, hai direttamente contribuito all’evoluzione dei batteri nel tuo corpo, eliminando gli individui più deboli che erano resistenti a quell’antibiotico. Mentre si va sulle attività quotidiane, saprete inconsapevolmente passare su batteri che hanno sviluppato una resistenza agli antibiotici.

Anche se non si preoccupano di diffondere infezioni resistenti ai farmaci al resto della popolazione, si consiglia di considerare la propria salute. Gli antibiotici uccidono molti batteri buoni insieme ai cattivi, lasciando il vostro corpo molto vulnerabile all’infezione. Se si brucia solo alcuni dei batteri che causano l’infezione, si potrebbe sperimentare una grave ricaduta e perché i batteri hanno sviluppato una resistenza all’originale antibiotico, potrebbe essere necessario prendere un corso di un altro farmaco. Dal momento che la maggior parte dei medici inizia con antibiotici prontamente disponibili e poco costosi, nella speranza che essi saranno efficaci, anche il costo del trattamento aumenta, poiché le droghe antibiotiche più efficaci sono anche più costose.

I dosaggi antibiotici sono calcolati molto strettamente per assicurare che colpiranno l’infezione dal tuo sistema. Prendendo la dose raccomandata allo stesso tempo o alle volte ogni giorno, sottoponi i batteri a un costante bombardamento di droga mortale. Dopo una o due dosi, un gran numero di batteri potrebbe essere morto, causando di sentirti molto meglio, ma il corso della droga non è finito, perché non tutti i batteri sono andati. Se continui a prendere antibiotici, elimini gli individui che possono avere una resistenza naturale, assicurandosi che non si duplicino e si diffondono.

Una delle cause principali della resistenza al farmaco è la mancanza di completare regimi antibiotici prescritti. Questo è un problema importante con molte malattie, tra cui la tubercolosi e la Staph. In alcuni casi, un medico può provare fino a quattro antibiotici prima di trovare uno che funziona, e in pazienti immunocompromessi, come bambini molto piccoli o persone anziane, questa infezione resistente ai farmaci può rivelarsi fatale. Facendo la scelta di continuare a prendere gli antibiotici, stai giocando un ruolo vitale nella salute globale.

Lo stesso vale per i vostri animali domestici, pure! La resistenza agli antibiotici nel settore veterinario è anche un grosso problema, soprattutto a causa dei dosaggi profilattici destinati agli animali da allevamento. Ma gli animali domestici possono aggiungere anche il problema. I proprietari possono sostenere che la medicazione dei loro animali è troppo difficile da consumare, e smettere di regolare regime farmacologico una volta che l’animale sembra sentirsi meglio. Proprio come nell’uomo, ciò può portare alla resistenza ai farmaci e alle ricadute costose del problema originale.